Imparare inglese terza parte: il parlato

Hai una buona teoria dell’inglese ma qualche remora nella conversazione? Ecco come migliorare le tue capacità di parlarlo correntemente…

La conversazione, quando s’impara una lingua, costituisce l’ostacolo più grosso da superare. Perché con la lettura magari te la cavi, con lo scritto non sei proprio messo male, ma al momento di parlare chissà perché… inizi a sudare freddo!

Beh, è normale. Una cosa che potrebbe darti maggiore sicurezza in te stesso sta nel porti degli obiettivi da raggiungere. Non so… riuscire a fare un piccolo discorso su un argomento, migliorare la pronuncia, imparare più vocaboli.

Se hai una meta, non ti cullerai tra gli allori e resterai attivo nell’apprendimento della lingua. Datti dei compiti per casa. Un’idea te la do io: prepara, ad esempio, una piccola presentazione di te stesso in inglese.

Elabora i pensieri e le frasi che useresti per descrivere il tuo carattere, la tua vita, i tuoi interessi, se ti trovassi di fronte a una nuova conoscenza di lingua inglese. Poi ripeti tutto ad alta voce.

9 modi per migliorare il tuo inglese parlato.

 

1-Abbi fiducia

Primo fra tutti, non devi pensare negativo. Non devi sentirti incapace o meno degli altri. Imparare una nuova lingua è praticamente un lavoro, e come tutti i lavori richiede fatica, impegno e sforzo. Le tue difficoltà sono assolutamente normali e comuni a tutti, ma se ti dai addosso pensando di non riuscire hai già perso la tua battaglia in partenza. Quando devi parlare in inglese in pubblico, cerca di allentare la tensione.

Il nervosismo non gioca a tuo favore, anzi, contribuisce a farti sbagliare. Vedila così: molti inglesi sono monolingui, e non si sognerebbero nemmeno di studiare l’italiano per parlare con gli italiani; tu stai cercando invece d’imparare la loro lingua per comunicare con loro. Già solo per questo meriti rispetto. Tra l’altro se fai un errore, non è poi la fine del mondo. E’ dopo gli sbagli che possiamo fare meglio. Come si dice “Sbagliando s’impara!”.

 

2-Ascolta

Quando una persona non sa cosa dire, sai cosa può fare? Ascoltare! Finché non ti sentirai pronto ad esporti in una conversazione, approfittane per ascoltare. Tutti i più grandi oratori sono stati un tempo grandi ascoltatori e grandi osservatori. Vale anche per te!

Utilizza gli audiolibri; si trovano facilmente sia nelle librerie che nel web. Scegli qualcosa d’interessante (magari una storia che conosci già bene nella tua lingua), ma non iniziare ad ascoltare subito. Prima leggi il testo. Poi sottolinea eventuali parole sconosciute e traducile. Quando sai di aver capito tutto, ascolta l’audiolibro e segui la lettura col testo davanti. La storia filerà liscia come l’olio (perché l’hai appena tradotta parola per parola). Fatto questo lavoro preparatorio, fai passare qualche giorno e poi riascolta la storia, stavolta senza seguire la lettura col libro aperto. Vedrai come capirai in automatico molto di più! Questo esercizio ti aiuterà anche a fare la distinzione tra l’inglese scritto e quello pronunciato, che come sai bene, è abbastanza diverso!

 

3-Amplia il tuo vocabolario

Pensa che più parole conosci in una lingua e più le possibilità di esprimerti al meglio saranno alte. Ricorda che esistono modi diversi di dire la stessa cosa, e imparare a farlo significa acquistare padronanza della lingua. Se hai la possibilità di scegliere preferisci un vocabolario più grande al posto di un tascabile, che contiene un numero limitato di termini e definizioni stringate.

In un dizionario ben fornito di spiegazioni ed esempi è altamente improbabile che tu non capisca cosa significa esattamente una parola e come poi collocarla in un tuo discorso. Possono esserti molto utili anche i vocabolari tematici, dove trovi parole e informazioni dettagliate su un unico argomento. Una volta che hai fatto incetta di parole nuove, non esitare a infilarle nei tuoi discorsi. Farai un successone!

 

4-Lavora sulla pronuncia

E’ qui che casca l’asino! La pronuncia è il dramma di ogni aspirante parlatore inglese. Un madrelingua che discorre fluentemente non fa nemmeno caso a tutti i suoni “anomali” che son contenuti all’interno di una frase, ma per chi questa lingua deve impararla sono dolori! Hai bisogno di distinguere la diversità fonetica tra le parole per poter parlare correttamente e non essere frainteso.

Hai presente “hair” (capelli) e “air”(aria)? In italiano viene da pronunciarli allo stesso modo. Oppure “ice” (ghiaccio) e “eyes” (occhi). In bocca potrebbero sembrare uguali. Ma pensa che pasticcio se ti ritrovi a dire che hai il ghiaccio verde! O l’aria bionda! Casi come questi ce ne sono tantissimi; devi stare molto attento a questi suoni. Per non parlare delle abbreviazioni che gli inglesi usano così frequentemente. “I’ve (invece di “I have”), i’m (al posto di i am), i’ll (i will), is’nt (is not). Se non individui questi particolari perdi tutto il senso del discorso.

Fai così: esercitati a pronunciare parole che differiscono in un solo suono (come quelle sopra). E non hai strumenti adatti a casa, usa il Google traduttore. Scrivi una parola e clicca sul pulsante di ascolto. Poi fai lo stesso con la sua “quasi gemella”. Confronta i suoni e ripetili correttamente. Ogni tanto registra la tua voce, così puoi vedere se la tua pronuncia corrisponde a quella giusta e se stai facendo bene.

 

5-Guarda film e TV in inglese

I film ti permettono di apprendere il tipico linguaggio parlato dagli inglesi. Mentre sui libri è tutto impostato, perfettino, un po’ “preconfezionato”, i film e i programmi TV ti offrono una versione più “autentica” dell’inglese. Le persone non parlano come dei libri stampati, giusto? Solo situazioni reali ti faranno a scoprire la lingua dal punto di vista più pratico.

Programmi di questo tipo spesso contengono una vasta gamma di vocaboli, tra cui slang, espressioni popolari e in gergo che ti daranno un inglese moderno. Le prime volte magari puoi aiutarti coi sottotitoli. Poi man mano vedrai che la tua capacità di comprensione aumenterà.

Una volta capito cosa si dice, sarai in grado di dire quelle cose con la tua bocca. Fai così: scegliti un attore che ti piace tanto. Metti un suo film e copia il suo modo di parlare. Ti servirà ad allenare sia la pronuncia che la fluidità delle tue conversazioni.

 

6-Trova un compagno di studio

Un proverbio dice “Due sono meglio di uno”. Se da solo ti annoi e perdi presto l’interesse, trovati un compagno d’avventura. Cerca un amico desideroso di studiare l’inglese o disposto a farlo insieme a te. Potreste organizzare delle attività da svolgere insieme.

Stabilisci un appuntamento di studio almeno una volta alla settimana. Il famoso film del tuo attore preferito puoi guardarlo con lui, potreste far dei giochi in inglese o magari un viaggio all’estero. Sono tutte pratiche che ti aiuteranno a restare motivato perché l’apprendimento sarà più divertente e avrai un interlocutore costante con cui confrontarti.

 

7-Fai amicizia

Avere degli amici che parlano inglese può dare una bella spinta alla tua capacità d’imparare la lingua. se non hai la possibilità di frequentare persone del genere, createle! Esistono numerosi siti web di scambio di lingua su internet dove si possono incontrare persone che parlano inglese.

Già basta muoversi su un social per avere mille e un’opportunità di stringere nuove amicizie. Alcuni saranno di madrelingua, altri no. In ogni caso ti troverai in contatto con persone nuove ed interessanti persone provenienti da tutto il mondo e avrai modo di praticare il tuo inglese scritto e parlato.

Hai capito? Quindi non fare il timido e lanciati alla ricerca di gente nuova che possa arricchire la tua vita!

 

8-Parla, parla e parla

Alla fine, dopo tutti gli esercizi e le teorie e le fatiche, quel che ti permetterà di parlare inglese sarà parlarlo! Se non vivi in un paese di lingua inglese e non hai amici inglesi, potresti prendere lezioni, purché l’insegnante sia madrelingua.

Si può fare anche online, se vuoi risparmiarti stress e spostamenti. Va bene un britannico o un americano ma ripeto… dev’essere madrelingua. Farà la differenza in tutto e se devi farti aiutare, deve avere un senso. Con lui poi parla inglese. Con lui e con tutte le persone possibili.

Parlalo più che puoi; è questo il segreto per migliorare. Riduci a zero la tua paura di sbagliare. Buttati! Parla e straparla. Vedrai che più ti eserciti e più diventerai sicuro ed esperto!

9-Abbi pazienza

Okay, stabilita la fiducia in te stesso, devi esercitare la pazienza, verso te stesso. Lo abbiamo detto nel punto 1: imparare l’inglese è un lavoro, e insieme alla fatica bisogna mettere in conto il tempo.

Un detto popolare dice “nessuno nasce imparato”; per questo è necessario che rispetti i tuoi tempi di apprendimento e non ti stressi se non raggiungi gli obiettivi che vuoi tu nell’arco di tempo che vuoi tu.

About rubel94

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*