Debiti? Perché li hanno un po’ tutti

Perché la gente s’indebita? Quali sono i motivi che ci spingono a contrarre debiti e quali le soluzioni per ovviare al problema? Vediamolo insieme…

“Ci sono soltanto due mezzi per pagare i debiti: sforzarsi di aumentare il reddito e sforzarsi di diminuire le spese”

Thomas Carlyle (filosofo scozzese)

Come stai messo a debiti? Ti barcameni fra una rata e l’altra? Sei inguaiato fino al collo? Consolati, non sei il solo. Vediamo un po’ cosa accomuna chi ha debiti della più svariata natura…

Per cominciare a navigare nel mare oscuro dei debiti, è necessario individuare il perché siamo in debito, e magari, nello specifico, il perché tu sia in debito.

Spesso il problema a monte è il fatto che anziché risparmiare, spendi e spandi per cose piuttosto superflue. Vai a mangiare fuori, e oltre alla pizza, prendi dolce, vino, caffè e amaro? Fai presto in questo modo a spendere il doppio di quanto avevi preventivato. Esci a comprare un paio di scarpe per la palestra e alla fine te ne ritrovi tre nel bagagliaio dell’auto? Stai in giro con un amico e non resisti alla custodia, auricolare, portacellulare per auto ecc…? Sono tutti acquisti d’impulso che per la maggioranza delle volte potresti evitare. Se poi hai una o più carte di credito nel taschino della giacca, ti stai praticamente impiccando con le tue mani, perché anche se può sembrare che non stia uscendo denaro dalle tue tasche, il conto prima o poi arriva. Eccome se arriva! Non sentirti puntato, amico; è una cosa che facciamo tutti. Una trappola in cui si può cadere anche quando si è persone responsabili e non particolarmente spendaccione. Ed è per questo che ogni tanto abbiamo bisogno di qualcuno che ci ricordi di fare il punto della situazione.

 

La magia del contante

La carta di credito viene utilizzata in tutti quei momenti in cui non puoi permetterti una spesa in denaro contante. Se vuoi contenere i livelli del tuo debito personale, impara a farne a meno. Quando sei tentato di usarla, innanzitutto pensa: “Questa spesa è davvero necessaria?”. Di fronte ad un eventuale acquisto, comportati come se quei soldi che la carta di credito ti mette a disposizione, non esistessero. Se i soldi non ce li hai, non puoi comprare e basta! Poi se si tratta di qualcosa di cui hai veramente bisogno o che comunque desideri tanto, perché non ti organizzi in modo tale da raccogliere la cifra necessaria e poi effettuare l’acquisto in contanti? Ti risparmierai un mucchio di guai.

 

L’inganno del marchio

Non compri una magia se non è dello stilista più famoso d’America? Non metti il sedere su un auto che non sia ultra moderna, ultra sportiva o ultra lussuosa? Pensa questo allora: una maglia ha il solo scopo di coprirti le carni. Se è firmata o no, la tua pelle non se ne accorgerà. Il tuo portafogli invece sì! Un auto è un mezzo per spostarsi. Cammina e ti accompagna fedelmente in giro anche se non ha un giaguaro o un cavallino imbizzarrito sul muso. Perché non puntare sull’utilità e la funzionalità di un oggetto piuttosto che sull’esteriorità e il marchio? Non dico che devi andare in giro vestito di roba scadente che ti fa venire le pustole al torace o guidare un trabiccolo in cui non entri neppure a mò di ragionier Fantozzi nella sua Bianchina, ma una via di mezzo si può certamente trovare tra ciò che ti serve e ciò che ti piace. Stessa regola va applicata nel settore alimentare. Si possono acquistare prodotti di qualità senza ricorrere necessariamente ad un marchio pubblicizzato, e risparmiare così centinaia di euro l’anno.

 

Il vantaggio delle cose in prestito

Supponi che vuoi vedere un film che ti attira parecchio; così pensi di andarlo a comprare. Al negozio costa 15 euro. E se invece lo noleggiassi? L’affitto di un film per 24 ore costa 3 euro (almeno dalle mie parti). E se ce l’ha in casa un amico? Lo paghi… gratis! A volte con un po’ di pazienza puoi vedere un film in Tv o in streaming su internet. Dopotutto, se lo compri e spendi ‘ste benedette 15 euro, quante volte pensi che rivedrai la stessa storia? A conti fatti, lo avrai pagato una cifra per prendere polvere sul mobiletto del salone!

 

La regola delle misure

Per evitare di contrarre debiti inutili e contenere le spese, risulta strategico organizzare una vita su misura per te. Hai bisogno di un appartamento? Sei uno? Siete in due? Che senso avrebbe prendere una casa con 7 vani? L’affitto o il mutuo lieviterebbe notevolmente rispetto ad un alloggio regolare di 2 o 3 camere. Per non parlare dei costi di manutenzione, le bollette, e tutto ciò che ti serve per riempire quei grandi spazi. La domanda è: hai davvero bisogno di tanta roba? Invece che complicarci la vita, sarebbe decisamente meglio semplificarcela.

 

Tieni sotto controllo le finanze

Può sembrarti un metodo obsoleto e poco utile, ma tenere un taccuino in cui registrare entrate e uscite mensili può fungere da timone nel gestire il bilancio economico. Se conosci con esattezza di quanto disponi e come devi ripartire il denaro, sarai in grado di sopperire a tutte le tue necessità e farci magari uscire pure qualche capriccio.

 

Risparmia e investi

Hai mai pensato di far fruttare i tuoi capitali? Potresti ricorrere ai conti deposito ma non solo. Perché non trovare il modo d’investire, magari iniziando con piccole somme per far aumentare le tue risorse? Il denaro se mantiene nel tempo i medesimi numeri, sarà soggetto all’inflazione e in sostanza tu guadagnerai di meno. Allora perché non inventarsi un modo per generarne dell’altro? Viviamo nell’era della tecnologia e sul web potrai trovare numerosi consigli e informazioni sull’argomento.

 

Educa te stesso

Una buona gestione del denaro non è cosa innata. Bisogna fare esperienza e imparare cosa risulta essere conveniente e cosa no. Ingegnati per riuscire ad incrementare le tue entrate ma togliti dalla testa l’idea di arricchire facile, perché non è verosimile. Fondamentale per un buon funzionamento dell’economia personale è che si eliminino vizi e abitudini succhia-soldi. Il fumo, l’alcol, la droga, il gioco d’azzardo, impoveriscono a dismisura. Ed è altrettanto importante, nel caso in cui si condivida la vita con una compagna (o compagno) che lei/lui sia informato del nostro piano finanziario e collabori perché la gestione comune produca benefici e non disagi. Con un po’ di educazione potrai non solo liberarti dei tanto odiati debiti, ma nel tempo riuscire addirittura a trovarti dei soldi in più che metterai da parte in attesa di decidere come spenderli!

Trovi riscontro nei motivi che ci portano ad indebitarci? Che ne pensi delle soluzioni proposte? Scrivi la tua opinione nei commenti qui sotto 😉

About rubel94

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*